regole e educazione

Girovagando per la Rete mi sono imbattuto in questo interessante articolo sul Corriere della Sera dove si racconta di una mamma americana , Sign.ra Janell Burley Hofmann (una blogger molto conosciuta che scrive tra l’altro anche sul Huffington Post ) che , avendo regalato l’ iPhone al proprio figlio adolescente ha pensato di allegare al regalo stesso una sorta di contratto d’uso le cui condizioni sono piuttosto restrittive. 
Mi è venuto in mente quello che scrivevo qui qualche giorno fà quando , riportando un post di Paolo Attivissimo , volevo sottolineare la – troppo spesso – scarsa attenzione da parte degli adulti quando si mette in mano a dei ragazzini questi moderni aggeggi tecnologici

Queste l’elenco delle regole della Sig.ra Hofmann:

  1. Il telefono è mio. L’ho comprato io. L’ho pagato io. In sostanza te lo sto prestando. Sono meravigliosa o no?
  2. Saprò sempre la password
  3. Se squilla, rispondi. È un telefono. Dì ciao, usa le buone maniere. Non ignorare mai una chiamata da mamma e papà. Mai
  4. Consegna il telefonino ai genitori alle 19.30 nei giorni di scuola, e alle 21 nei weekend. Sarà spento la notte e riacceso alle 7.30 di mattina. Se c’è un momento in cui non ti verrebbe da chiamare qualcuno sul suo telefono fisso perché temi che potrebbero rispondere i suoi genitori, allora non chiamare o non scrivere messaggi. Dai retta all’istinto e rispetta le altre famiglie come noi vorremmo essere rispettati
  5. Il telefono non viene a scuola con te. Parla di persona con le persone a cui mandi messaggi. È una cosa importante nella vita. I giorni in cui esci prima da scuola, le gite e le attività pomeridiane saranno considerate caso per caso
  6. Se cade nel water, va in pezzi cadendo a terra o svanisce nel nulla, tu sei responsabile per i costi di riparazione o sostituzione. Taglia l’erba, fai il babysitter, metti da parte i soldi che ti regalano al compleanno. Se dovesse succedere devi essere pronto
  7. Non usare la tecnologia per mentire, deridere o ingannare un altro essere umano. Non farti coinvolgere in conversazioni che possono far male a qualcun altro. Sii un buon amico e non ti mettere nei guai
  8. Non scrivere o dire nulla attraverso questo dispositivo che non avresti detto di persona
  9. Non scrivere o dire nulla che non avresti detto in presenza dei tuoi genitori. Censurati
  10. No porno. Cerca informazioni sul web di cui discuteresti apertamente con me. E se hai domande particolari, chiedi a me, o magari a papà
  11. Spegnilo, rendilo silenzioso, mettilo via quando sei in pubblico. Specialmente al ristorante, al cinema o mentre parli con un altro essere umano. Non sei una persona maleducata, non permettere all’iPhone di trasformarti
  12. Non inviare immagini delle tue parti intime, o di qualcun altro. Non ridere. Un giorno sarai tentato di farlo malgrado la tua notevole intelligenza. È pericoloso e potrebbe rovinare la tua vita di adolescente e di adulto. È sempre una cattiva idea. Il cyberspazio è vasto e più potente di te. Ed è difficile far scomparire qualcosa del genere, tra cui una cattiva reputazione
  13. Non fare miliardi di foto e video. Non c’è bisogno di documentare tutto. Vivi le tue esperienze. Saranno salvate nella tua memoria per sempre
  14. Lascia il telefono a casa qualche volta e sentiti sicuro di questa scelta. Non è vivo e non è una tua estensione. Impara a vivere senza di esso. Sii più grande e potente della FOMO – fear of missing out (PSTM, la paura di sentire la sua mancanza)
  15. Scarica musica nuova o classica o diversa da quella che ascoltano milioni di tuoi coetanei. La tua generazione ha un accesso alla musica come nessuno prima di essa. Approfitta di questo dono. Espandi i tuoi orizzonti
  16. Ogni tanto gioca a qualche gioco di parole o di logica che stimoli la tua mente
  17. Tieni gli occhi su. Guarda ciò che avviene intorno a te. Guarda fuori dalla finestra. Ascolta gli uccellini. Fai una passeggiata. Parla a uno sconosciuto. Fatti domande senza cercare risposte su Google
  18. Farai qualche casino. Ti confischerò il telefono. Ci metteremo seduti e ne parleremo. Ricominceremo. Io e te continuiamo sempre a imparare qualcosa di nuovo. Faccio parte della tua squadra. Siamo insieme in questo. La mia speranza è che tu possa essere d’accordo su questi punti. Molte delle lezioni elencate qua sopra non si applicano solo all’iPhone, ma alla vita. Stai crescendo in un mondo veloce e in continuo cambiamento. E’ eccitante e attraente. Non ti complicare le cose quando puoi. Fidati della tua testa e del tuo grande cuore più di qualsiasi apparecchio. Ti voglio bene. Spero ti divertirai con il tuo nuovo e fantastico iPhone

Precedente News DTT Meldola Successivo News DTT