se me li dànno …


…. è che non succederà , ma se mi dovessero dare 50 MILIONI di Dollari per allestire un sito Web … beh , a parte che , probabilmente , risolverei qualche problema familiar/personale , forse , e dico forse , oggi sarebbe già On Line …. e non come questo che è li registrato dal 03/06/2004 a questi signori:

Whois output for: italia.it

x400-domain: c=it; admd=0; prmd=italia;
org: Presidenza del Consiglio dei Ministri
admin-c: ST1136-ITNIC
tech-c: ADV302-ITNIC
postmaster: ADV302-ITNIC
zone-c: FP43-ITNIC
nserver: decsrv.caspur.it<

br />nserver: cuba.inroma.roma.it
nserver: dns2.nic.it
mnt-by: INROMA-MNT
created: 20040603
expire: 20070603
changed: [email protected] 20060215
source: IT-NIC

person: Salvatore Tucci
address: Presidenza del Consiglio dei Ministri
address: Ufficio Informatica e Telematica
address: Via della Mercede, 96
address: I-00187 Roma
address: Italy
phone: +39 06 67794185
fax-no: +39 06 67794446
e-mail: [email protected]
nic-hdl: ST1136-ITNIC
changed: [email protected] 20050929
changed: [email protected] 20060713
source: IT-NIC

person: Antonio De Venere
address: Presidenza del Consiglio dei Ministri
address: Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie
address: Via Po, 14 (palazzina tergale)
address: I-00198 Roma
address: Italy
phone: +39 06 84563437
fax-no: +39 06 84563316
e-mail: [email protected]
nic-hdl: ADV302-ITNIC
changed: [email protected] 20011026
changed: [email protected] 20030625
changed: [email protected] 20060215
source: IT-NIC

person: Francesco Proietti
address: Consorzio CASPUR
address: Via dei Tizii, 6b
address: I-00185 Roma
address: Italy
phone: +39 06 44486307
fax-no: +39 06 4957083
e-mail: [email protected]
nic-hdl: FP43-ITNIC
changed: [email protected] 20030505
changed: [email protected] 20060731
source: IT-NIC

ed è ancora “IN FASE DI REALIZZAZIONE” ….

Qui si descrive a grandi linee quali gli scopi del progetto (siamo al 17/03/2004) , riporto parte del testo:

Con uno stanziamento globale di almeno 45 milioni di euro il Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione riunito il 16 marzo 2004 dà il via alla progettazione e realizzazione di un portale, denominato www.italia.it, con l’obiettivo di: * promuovere e rilanciare l’offerta turistica italiana * convogliare le prenotazioni * ridare competitività alla principale industria del Paese rappresentata dal turismo. Il portale, veicolando l’informazione turistica italiana disaggregata su siti diversi e anzi spesso del tutto assente da Internet (la presenza percentuale delle strutture ricettive italiane su internet è soltanto del 5% contro il 35% della media europea), mira anche ad invertire la tendenza negativa che ha visto scendere… (continua)

Qui veniva presentato , con un comunicato stampa Ufficiale, dall’ ex-Ministro Stanca , il “Portale Nazionale del Turismo” …come se fosse gìà operativo (e siamo al 31 marzo 2006)

Qualche commento , per così dire “ironico” , lo trovo qui a proposito degli sviluppi che ha avuto successivamente tale progetto:

1) http://paolo.evectors.it/italian/2006/07/31.html#a2993
2) http://paolo.evectors.it/italian/stories/sitoda50milioni.html
3) http://www.andreabeggi.net/2006/07/31/il-sito-da-50-milioni-di-dollari/
4 ) http://blog.terrorpilot.com/archives/1095
5 ) http://www.sergiomaistrello.it/2006/07/31/una-ragione-in-piu/

L’indirizzo www.italia.it , oggi 01/08/2006 , viene visto così dal noto motore di ricerca Google ……

(disarmante)

Precedente per rinfrescare la memoria Successivo medicine al supermercato